Consumi in Italia: nel 2023 spesi circa 187 miliardi di euro

0
34
spesa-al-supermercato-foto

Consumi in Italia: nel 2023 spesi circa 187 miliardi di euro, in aumento rispetto al 2022 secondo Barometro dei Consumi di NIQ – The NIQ Retail Spend Barometer, nel post a cura di Marketing Notizie

L’Italia è un paese in cui il consumo da parte della popolazione cresce sempre di più, complice anche l’aumento dei prezzi. A dirlo è il Barometro dei Consumi di NIQ – The NIQ Retail Spend Barometer, il quale combina i dati di NIQ e GfK per misurare il giro d’affari dei prodotti dei settori di largo consumo, beni tecnologici e durevoli acquistati negli store in Italia.

Il risultato recita così: 187 miliardi di euro in spesa per beni di largo consumo (FMCG) e per i beni tecnologici e durevoli (T&D) nel 2023, in aumento rispetto ai dati del 2022. Un aumento dei consumi dovuto alla crescita del settore del largo consumo, dove si è registrata una crescita del fatturato del 7,9%, superando i 134 miliardi di euro, anche per l’incremento dell’inflazione, che ha eroso il potere d’acquisto degli italiani. 

I beni di prima necessità hanno mantenuto un livello stabile di vendita, nonostante l’inflazione. Le categorie che hanno mostrato le migliori performance di vendita sono state il settore alimentare, con un aumento dell’8,9% e un giro d’affari di 82 miliardi di euro nel 2023, e il fresco, con un incremento dell’8,2%. Anche i prodotti per la cura della casa e della persona hanno registrato una solida crescita, con un aumento del 7,0%.

Analizzando i dati trimestrali, abbiamo che l’effetto dell’inflazione sia stato maggiore nei primi sei mesi dell’anno. Successivamente la stessa si è stabilizzata.

Guardando, invece, ai beni durevoli e tecnologici (chiamati in gergo T&D), il nostro paese ha conosciuto un lieve incremento del fatturato, che nel 2023 è stato di circa 53 miliardi di euro. Il settore dell’Home Improvement, che comprende prodotti per il miglioramento della casa e l’arredamento, ha iniziato il 2023 con una crescita solida (5,3%), mentre il settore Technical Consumer Goods (TCG), che include elettronica di consumo, telefonia, IT, prodotti per l’ufficio, fotografia e altri beni tecnologici, ha conosciuto un calo significativo rispetto al 2022. Bene, infine, gli elettrodomestici, con un incremento significativo del 3,2%.

Romolo De Camillis, Retailer Director NIQ Italia, ha commentato:

“Nel corso del 2023 non solo abbiamo registrato livelli record per i fatturati del largo consumo ma anche importanti cambiamenti nei comportamenti di acquisto degli Italiani. L’inflazione galoppante ha imposto a molte famiglie una continua revisione dei prodotti acquistati, riducendo gli sprechi e tagliando i prodotti troppo costosi e non più ritenuti necessari. D’altra parte, l’analisi del carrello conferma una maggiore propensione delle famiglie all’acquisto di prodotti legati al benessere e alla salute”.

Ivano Garavaglia, Head of Retail di GfK, ha aggiunto:

“La forte crescita dell’inflazione e l’aumento continuo dei tassi di interesse delle banche centrali hanno caratterizzato tutto il 2023, generando nel consumatore incertezza e una maggiore attenzione al contenimento delle spese. L’esito negativo di questi fattori, insieme alla riduzione degli incentivi e delle detrazioni fiscali per l’acquisto di determinati prodotti, hanno generato un effetto immediato su molte categorie dei beni durevoli a cui il consumatore è stato disposto a rinunciare o a posticipare l’acquisto in futuro”.

Michael McLaughlin, Presidente Global Retail di NIQ, ha dichiarato:

“Le dinamiche di mercato e il comportamento dei consumatori cambiano sempre più rapidamente. In un ambiente competitivo, dati frammentati e una dose di istinto non sono più sufficienti. Ecco perché mediante la Full View™ offriamo ai nostri clienti la visione completa, basata sui dati, degli andamenti del mercato e condividiamo indicazioni chiare e possibili per la crescita futura”.

Per ulteriori informazioni, puoi visitare il sito:

https://nielseniq.com/global/it/landing-page/retail-spend-barometer-italy.